Progetto “Prof. Galanti”: occorrono nuove attrezzature.

“Nel 2006 su proposta del Dott.De Vito, presidente della ONG Voce Popoli del Mondo, venni invitato a partecipare ad un progetto finalizzato all’insegnamento della specialità urologica presso l’Ospedale Orotta di Asmara. In quel momento non conoscevo assolutamente quale fosse il grado di preparazione dei medici eritrei, quale il livello dello strumentario chirurgico in loro possesso e quali le patologie urologiche che avrei incontrato”. Con queste parole il Prof.Salvatore Galanti apre il rapporto sulla sua esperienza in Eritrea, un’esperienza che l’ha portato a realizzare in sei anni enormi passi avanti per lo sviluppo e il miglioramento di una popolazione in gravissima difficoltà.

Quando si decide di attraversare il mondo perchè si ha la consapevolezza di essere più utili in mezzo a chi non ha le possibilità di affrontare un semplice raffreddore, in una città come Asmara dove non si hanno i mezzi necessari per operare d’urgenza anche le più semplici complicazioni, quando si ha la forza di volare nel cuore dell’Africa e dedicare se stessi e il proprio lavoro ad altri, allora ci si può definire persone uniche. Il Prof.Galanti ha avuto la forza di cominciare e portare avanti questo incredibile percorso. In un attimo un bisturi, un macchinario o un’operazione d’urgenza possono salvare la vita a centinaia di bambini ed adulti, possono ridare il sorriso a chi lo aveva perso e possono restituire la felicità a chi l’aveva dimenticata. A noi poter entrare in un ospedale e chiedere di essere visitati, poter essere operati può sembrare la normalità, sono la nostra routine, ma in Eritrera fino a qualche anno fa tutto questo non era possibile.

Oggi invece grazie alla missione del Prof. Galanti medici ed infermieri locali hanno potuto operare con meno difficoltà. Lo scopo del progetto è quello di aggiornare e formare il personale ospedaliero locale, migliorare l’attività clinico-chirurgica a vantaggio della popolazione locale particolarmente bisognosa di assistenza sanitaria.
In questi 6 anni il progetto è potuto proseguire anche grazie alla Consulcesi e tutti i suoi medici
e grazie al suo presidente Massimo Tortorella, il quale, dopo aver partecipato personalmente ad una delle missioni in Eritrea ne ha abbracciato la causa tanto da finanziarle, acquistando direttamente il materiale chirurgico necessario. Ora però l’ospedale di Asmara ha bisogno del supporto di tutti coloro che volessero abbracciare la missione di solidarietà del Prof.Galanti.

L’ospedale infatti ha bisogno di nuovi macchinari indispensabili:

  • Bisturi elettrico (gyrus / olimpus)
  • Nefroscopi per litotrissia percutanea
  • Ureteroscopi

e di macchinari anche usati, ma funzionanti:

  • C-Radiologica
  • Litotitore laser (apparecchio laser per calcoli renali)

Chiunque fosse in grado di fornirli o di offrire delle condizioni di quasi gratuità nell’acquisto, è pregato di contattare quanto prima i nostri uffici. Il progetto Eritrea ha bisogno di tutti noi per proseguire la sua missione.
Aiutateci a portare avanti un aiuto concreto, aiutateci ad aiutare.

Contattateci allo 0645209725

Torna alle news