Terapie dialitiche in Eritrea: aggiornamenti sull’ultima missione

Qualche tempo fa vi abbiamo raccontato della recente missione condotta in Eritrea con l’ Associazione Medici Volontari della Calabria svoltasi i primi mesi del 2017. In quell’occasione il Presidente dell’Associazione Roberto Pitto, e lo specialista in apparecchiature per emodialisi Francesco Zappone, si sono occupati di riparare numerosi Reni Artificiali nei due ospedali presenti ad Asmara (Orotta e Sembel) e di valutare nuove opportunità per diffondere la terapia dialitica nel Paese.

Nel mese di settembre 2018 è stata condotta una nuova missione, non prevista, richiesta fortemente dal ministro della salute dell’ Eritrea. Il tecnico Francesco si è recato nuovamente ad Asmara per offrire una manutenzione straordinaria ai reni artificiali e agli impianti di osmosi, e soprattutto per provvedere alla formazione sia dei collaboratori eritrei, che hanno così potuto vedere le procedure e le tecniche di lavoro, sia degli infermieri, sempre più necessari presso i Centri di Dialisi.

Tutto questo era assolutamente necessario per venire incontro alle tantissime richieste della Diaspora Eritrea (ovvero di tutti coloro che sono fuggiti durante la guerra di liberazione, i reietti politi, o i giovani che richiedono asilo) che hanno bisogno della dialisi. A partire dal 17 settembre, infatti, il reparto Dialisi dell’Orotta Hospital ha esteso il turno anche al pomeriggio, e a breve seguirà la stessa modalità anche l’ospedale di Sembel.

Ma non solo: il nuovo progetto di Centro Mobile di dialisi in Eritrea è in fase di approvazione da parte dell’Ufficio della Cooperazione Italiana per il Corno d’Africa, e i recenti – e soprattutto positivi – sviluppi politici che stanno portando la pace tra Eritrea e Etiopia, con il coinvolgimento anche del Sudan, Somalia e Gibbuti, daranno quindi nuove speranze per tutte le donne e gli uomini di quella Regione. Queste nuove notizie renderanno ancora più fondamentale il nostro lavoro di sostegno e di aiuto, per far sì che tutti gli abitanti possano avere delle aspettative di vita ancora più rosee.

IMG-20180925-WA0002

IMG-20180925-WA0003

IMG-20180925-WA0006

IMG-20180925-WA0001   IMG-20180925-WA0005

Torna alle news